Post Image

Alcune nozioni e veloce tutorial in italiano per quelli che vogliono avvicinarsi alla tecnica del timelapse.

Attenzione!

Questo post è ormai datato (la prima stesura risale al gennaio 2011).

Lo mantengo in vita poiché continua a generare traffico verso uno dei miei progetti paralleli.

C’è infatti un intero portale gratis dedicato alla tecnica del time-lapse da visitare: Time Lapse Italia

Visitalo subito!

Time Lapse Italia è il sito web dedicato alla fotografia time-lapse più visitato d’Italia

Come fare time-lapse?

Non vi faccio perdere tempo, e elenco qui sotto tutta una serie di fantastici tutorial gratuiti alla creazione di time-lapse.

Da zero a time-lapser, in questo ordine:

  1. Cosa serve per creare un video time-lapse?
  2. Come creare un video time-lapse: guida passo-passo
  3. Guida completa alla post-produzione di un video time-lapse
  4. Tabella indicativa dei tempi d’esposizione e intervalli per time-lapse

Tutorial time-lapse avanzati

Inoltre, ecco una serie di altri grandi tutorial avanzati e sempre gratuiti, per chi veri “PRO”:

Ed ora, il mio “vecchio articolo” qui sotto:

Da qualche tempo sto pensando di provare a realizzare un Time Lapse Video con la mia Canon 7D, quindi ho iniziato a cercare dei “suggerimenti da principianti”.

In questo post voglio condividere quelle (poche) nozioni che ho per adesso appreso su diversi siti Internet, realizzando una sorta di minitutorial in italiano per quelli che vogliono avvicinarsi a questa tecnica. Fonte: siti web vari in lingua inglese.

Un ottimo esempio di video time lapse

Tanto di cappello: a saperlo fare, così bene.. sigh!
Clicca sul video per vederlo e capire di cosa sto parlando..

Un ottimo esempio di video time lapse in HDR

Clicca sull’immagine qui sotto per vederne invece uno in HDR.

Attenzione! C’è Time Lapse Italia!

Visto il crescente interesse – anche a livello globale in rete – nei confronti di questa stupenda tecnica video/fotografica, ho deciso di realizzare un nuovo sito Internet: Time Lapse Italia (timelapseitalia.com), in breve TLI.

Cos’è Time Lapse Italia

TLI è il portale dedicato a principianti e appassionati di time-lapse che vogliono impararne la tecnica, condividere le proprie esperienze e migliorarsi.

Per saperne di più, visita timelapseitalia.com!

Cos’è la tecnica Time Lapse

Non credo riuscirei a spiegarlo meglio di così.
Da Wikipedia:

La fotografia time-lapse, o semplicemente time-lapse, è una tecnica cinematografica nella quale la frequenza di cattura di ogni fotogramma è molto inferiore a quella di riproduzione. A causa di questa discrepanza, la proiezione con un frame rate standard di 24 fps, fa sì che il tempo, nel filmato, sembri scorrere più velocemente del normale. La fotografia time-lapse è considerata una tecnica opposta alla fotografia ad alta velocità e non deve essere confusa con l’animazione a passo uno.

Un filmato time-lapse può essere ottenuto processando una serie di fotografie scattate in sequenza e opportunamente montate. Filmati di livello professionale, vengono prodotti con l’ausilio di videocamere e fotocamere provviste di intervallometri ovvero di dispositivi di regolazione, del frame rate di cattura o della frequenza degli scatti fotografici, su uno specifico intervallo temporale; alcuni intervallometri sono connessi al sistema di controllo del movimento della telecamera in modo da ottenere effetti di movimento, quali panning e carrellate, coordinati a differenti frame rate.

Il time-lapse trova un largo impiego nel campo dei documentari naturalistici. Mediante questa tecnica cinematografica, è infatti possibile documentare eventi non visibili ad occhio nudo o la cui evoluzione nel tempo è poco percettibile dall’occhio umano, come il movimento apparente del sole e delle stelle sulla volta celeste, il trascorrere delle stagioni, il movimento delle nuvole o lo sboccio di un fiore.

Scattare in JPG per guadagnare tempo

Non ha senso scattare in formato RAW.
Sebbene io sia un fan dell’immagine pura, memorizzata in RAW sulla memory card ed editabile successivamente senza perdita di informazioni, scattare in RAW significa produrre un file di 5184×3456 pixel per frame.
Anche volendo realizzare un video time lapse per televisori Full HD (ovvero con una risoluzione di 1920×1080), sarebbero necessari soltanto poco più di 2 megapixel per fotogramma (al posto dei 18 in grado di essere memorizzati dalla 7D)!

Quindi scattare in RAW significherebbe:

1) fare un minimo di post produzione su ogni scatto (opzionale)
2) sprecare tanto tempo per convertire le immagini da RAW a JPG
3) ridimensionare le JPG per un formato adatto alle TV FullHD

E considerando che un video è composto da circa 24 fotogrammi, quando si tratta di convertire 1440 fotografie per un singolo minuto di video.. beh.. direi che non ne vale la pena, no?

Cosa serve per creare un video time lapse

Forse può sembrare stupido, ma se è la prima volta che ti avvicini a questa tecnica vorrai sapere che, fotocamera ed eventuale treppiede a parte, una cosa fondamentale è possedere un intervallometro ovvero un gingillo elettronico in grado di far scattare l’otturatore della propria fotocamera ogni tot secondi, per enne volte (anche infinite). Le fotocamere Canon possono interfacciarsi con il Canon TC-80N3. I verdi nerd giocherelloni possono provare con una soluzione Arduino-based: ho visto fare cose sensazionale, ma lascio perdere per ora.

Come realizzare un video time lapse: tutorial step-by-step

Adesso passiamo a un tutorial passo passo per capire come fare un mini video time lapse:

Piazzare la fotocamera

Utilizzare il treppiede per piazzare la fotocamera in una posizione in grado di riprendere la scena da cui trarre il video time lapse.

Effettuare uno scatto di prova

Scattare una foto di prova per capire bene come esporre e mettere a fuoco la scena, quindi capire la velocità dell’otturatore necessaria in fase di scatto e l’apertura del diaframma.

Impostare i dati di scatto definitivi

Una volta raggiunta la situazione di scatto ideale, mettere la fotocamera in modalità completamente manuale e impostare velocità di scatto e apertura del diaframma. Mettere a fuoco la scena, spostare il selettore dell’obiettivo su fuoco manuale, ed infine impostare il valore del bilanciamento su personalizzato per evitare il fenomeno del flickering in fase di esportazione del video.

Quindi, scattare una foto di prova definitiva.

Impostare l’intervallometro

Impostare sull’intervallometro la frequenza di scatto e il numero di fotogrammi desiderati, quindi collegarlo alla fotocamera e premere START.

Aspettare..

.. quanto serve.

Creare la sequenza video

Esistono tantissimi software che possono farlo. Mi pare di capire che il più semplice sia QuickTime Pro: basta andare su File > Open Image Sequence e scegliere la prima immagine. Impostare il frame rate ad un valore tra 10 e 30, et voila! Basterà cliccare su File > Save as.. Quicktime MOV per ottenere magicamente il filmato time lapse fatto e finito.

E adesso alcuni consigli per un buon time lapse

Per ultimo, qualche consiglio per realizzare un buon timelapse come questo:

Pianificare la scena

Un consiglio che ho trovato spesso è di preparare la scena di modo da includere un mix di oggetti statici e in movimento: edifici, alberi ecc… daranno al video un punto di riferimento consistente mentre il “resto del mondo” sembrerà muoversi molto in fretta. Se tutto si muove, il video sarà troppo difficile da seguire.

I soggetti che si muovono lentamente sono i migliori

Una situazione come il traffico nell’ora di punta, con tutte le macchine in coda che si muovono al passo di lumaca, è l’ideale per una sequenza time lapse.

Velocità di scatto

Assicurarsi di scegliere una velocità che dia in un certo senso “un buon effetto time lapse” (ovvero di movimento). Una velocità troppo alta potrebbe dare al video finale un effetto “incostante”.

Intervallo tra gli scatti (impostazione dell’intervallometro)

Dipende dal soggetto inquadrato.
Per oggetti che si muovono lentamente (nuvole per esempio) è possibile utilizzare un lasso di tempo largo come 1 secondo. Quelli che lo fanno rapidamente meglio un lasso più corto.

Quantità di batteria residua

Assicurarsi di avere una carica sufficiente sia per la fotocamera che per l’intervallometro: optare per il battery grip per lunghi video…

Best Timelapse Tutorial

English speaking user? Check this list out, you won’t regret!

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

91 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Come modificare la tua fotocamera Canon utilizzando il CHDK
1 anno fa

[…] Modalità di scatto HDR (ovvero il bracketing, essenziale per chi vuole fare HDR) […]

Salvo Azrael Ilarda
Salvo Azrael Ilarda
5 anni fa

Che attrezzatura si deve usare per dare l’effetto del lento movimento della telecamera?

Marco Famà
Reply to  Salvo Azrael Ilarda
5 anni fa

Ciao Salvo,

penso tu intenda uno slider…

Guarda questo link:

http://timelapseitalia.com/category/prodotti/slider-guide-motorizzate-dolly/

Testa Veronica
Testa Veronica
5 anni fa

Londra, traffico, siamo di giorno, ma è nuvoloso: SCATTO A F/8 1/100, intervallometro a 1″ scatto 50 foto di prova.. monto il video xme è troppo lento .. cs non va?!

Marco Famà
Reply to  Testa Veronica
5 anni fa

Ciao Veronica,

la cosa migliore da fare? Registrarti al forum di Time Lapse Italia, e a porre la tua domanda lì! Ti aiuteremo appena possibile..

grazie!

Fabiana Coletta
Fabiana Coletta
5 anni fa

sono in possesso di una canon 550d con un telecomando canonRC-6 come posso fare per NON ultilizzare il pc?

Marco Famà
Reply to  Fabiana Coletta
5 anni fa

Ciao Fabiana, grazie per il tuo commento!
Prova a registrarti al forum di Time Lapse Italia, e a porre la tua domanda lì ok?

Ti aspettiamo!

Simo Tagliafierro
Simo Tagliafierro
6 anni fa

con una gopro può essere la stessa cosa ?

Edoa.
Edoa.
6 anni fa

Grazie dei consigli.
Io possiedo una Sony DSC-HX50, può effettuare un time lapse giusto? Grazie!

Marco Famà
Reply to  Edoa.
6 anni fa

Ciao Edoa,

mi pare che sia possibile, ma per sicurezza ti consiglio di chiederlo alla community di Time Lapse Italia, sul forum dedicato!

A presto!

MarcoMarco
MarcoMarco
6 anni fa

Il podio secondo me è così:

1) 70 e 80 voglia disco party

2) Penerentola

3) I Toccabili

Timelapse
Timelapse
6 anni fa

Ciao, grazie per le guide… Ho un problema nel fare timelapse con passaggi giorno notte tipo tramonti.
Si verificano come degli sbalzi di luce dovuti alla reimpostazione dell’esposizione… Sono molto sgradevoli… Come posso evitarli? Scatto in manuale e quindi imposto io i valori, ma durante il tramonto i valori cambiano e fino a sera devo reimpostare l’esposizione causando quelle “distorsioni”… Ci sono consigli che puoi darmi? Utilizzo Canon EOS 600d grazie mille!

Davide
Davide
7 anni fa

Buonasera, avrei bisogno di un informazione..Se la giusta esposizione per gli scatti da eseguire risultasse inferiore ad un tempo di 1 secondo, come dovrei impostare macchina e intervallometro, visto che in quest’ultimo non posso impostare un tempo inferiore? Premetto che gli scatti vengono effettuati in modalità totalmente manuale..!!! Grazie in anticipo…

Maria
Maria
7 anni fa

Ciao, una guida molto utile ma io mi chiedevo se i Timelapse si possono o meno realizzare con una videocamera. Come mai tutti parlano di Timelapse realizzati con macchine fotografiche?

Giorgia
Giorgia
7 anni fa

Tanti complimenti per questo blog che è strutturato in maniera semplice e completa. Era da tanto che ne cercavo uno che mi soddisfacesse come é successo con il tuo. Ho bisogno di un consiglio però: per fotografare la nascita di una pianta, partendo proprio dal seme, ogni quanto dovrei scattare le foto? Essendo un processo molto lungo non ho proprio idea. Dovrei fotografare anche di notte aiutandomi con una luce artificiale vero? Grazie in anticipo.

Matteo Blesio
7 anni fa

Mi aspetta un bel viaggio in treno!

federico
federico
7 anni fa

Salve a tutti anche io volevo cimentarmi in questa tecnica di time lapse ma più leggo e più non ci capisco nulla…..inizialmente pensavo che il time lapse si creasse con video editing aumentando o comprimendo la velocità del tempo, invece noto che si realizza questa tecnica con delle foto che messe in un programma editing da l’effetto movimento giusto? (forse fino a qui ho capito)..un’altra cosa che non ho capito è il time lapse in movimento ossia se viene creato tramite foto in seguenza coem viene creato il movimento ? ( ad es da dx a sx o da sopra a sotto?)

Lorenzo
8 anni fa

Ho scoperto da poco grazie al tuo sito/tutorial la tecnica del time-lapse, che, personalmente, ho sempre creduto si ottenesse accelerando in qualche modo un filmato vero e proprio ottenuto da una videocamera, e non certo tramite la tecnica fotografica. Ho scaricato a tal proposito il chdk per provare a realizzare qualche prova con una compatta Canon… mi ispira molto l’idea di realizzare qualcosa di questo tipo in ambiente alpino…
Infine anche la tecnica HDR…, tecnica che prima d’ora era a me sconosciuta… beh.. mi hai dato qualcosa su cui lavorare insomma.
Grazie ancora e conto di approffondire la lettura dei tuoi tutorial, che mi sembrano ben fatti.

Tutorial | Come modificare la tua fotocamera Canon utilizzando il CHDK? - Time Lapse Italia - TLI
8 anni fa

[…] Modalità di scatto HDR (ovvero il bracketing, essenziale per chi vuole fare HDR) […]

vincenzo
vincenzo
8 anni fa

Ho trovato la guida interessante, sicuramente è un argomento da approfondire. Spero di riuscire a seguirvi nel tempo. Comunque grazie!

Raffaele
Raffaele
8 anni fa

Ho letto solo ora che il video non l’hai fatto tu 😀 …vabbè sapresti aiutarmi lo stesso? Grazie

Raffaele
Raffaele
8 anni fa

Il video è stupendo, complimenti!! Avrei una domanda: ho notato che in certi momenti, il video si sposta, cioè è come se spostassi la macchina, ma non penso sia così altrimenti si muoverebbe a scatti come le immagini…puoi spiegarmi come hai fatto? Grazie

Daduxio
Daduxio
8 anni fa

Già… E mi sono accorto che sei tu il responsabile del sito… Sto avendo problemi con la mail in fase di registrazione… Attendo notizie!

Daduxio
Daduxio
8 anni fa

Rieccomi qui…
Ti illustro come mi comporto io per fare un time lapse:

Una volta trovato il posto giusto posiziono ben saldo a terra il dolly (o treppiede, è uguale). Decido l’inquadratura e mi concentro sui settaggi:
se non mi trovo davanti ad un’alba o un tramonto…
-modalità MANUALE
-Iso bloccati
-bilanciamento del bianco bloccato
-Messa a fuoco manuale
-Modalità scatto Raw basso. Questo perchè come dicevi non è indispensabile avere foto giganti (che permettono però di poter fare dei pan e/o zoom durante il video) ma in post posso andare di nuovo a modificare valori di tonalità, chiarezza e vividezza. Su una CF da 16 GB con il raw di 5mpx ci stanno 1149 foto: scattando ogni 5 secondi la scheda si riempie dopo 95 minuti… ma avrai già un time lapse di 45 secondi…

Uso il raw anche perchè esistono programmi gratuiti per eliminare il flicker dai time lapse che necessitano dei metadati delle foto, e quindi il jpeg mi serve a poco 🙂

Di notte con la tua 7D difficilmente imposterai più di 1600 iso, e nel migliore dei casi starai utlizzando un’apertura di f1.8 il che porta ad avere intervalli di tempo più alti di 5 secondi tra un’esposizione e l’altra. Consiglio: se volete riprendere il “movimento delle stelle” e vederle sulla foto come punti e non come linee dovrete impostare un tempo MINORE di 25 secondi.

Ciao!

Andrea
Andrea
8 anni fa

Hops!
Su lvideo ho scritt che è stato realizzato il 24/8 ma in effetti era il 14/8!!

Andrea
Andrea
8 anni fa

Rieccomi qui, come promesso.
http://www.youtube.com/watch?v=0gxEXLupq4Y
Qui trovate il mio primo Time laps, realizzato con Nikon D90, intervallomemetro Phottix TR 90, 2254 scatti, uno ogni 2 secondi, il tutto montato con Pinnacle 14hd (il montaggio di una semplicità incredibile). Il risultato non mi sembra male anche se forse 25fps sono un po pochi, il video mi sembra troppo veloce. Forse era meglio tenersi sui 40fps? Tra l’altro…. Aumentando i fps il video dovrebbe essere meno scattoso e piu fluido giusto?
Che ve ne sembra?
Ciao e grazie

Mauro Emme
Mauro Emme
8 anni fa

Ehehehe, tranquillo Marco, ora mi son registrato su TLI, così potrò essere attivo anche su Questions 🙂
Vada per i 640 Iso fissi. Il blocco dell’esposizione su AV mi funziona ahimé solo su intervalli inferiori di 4 sec, troppo pochi per darmi il tempo di visualizzare gli scatti, dovrò passare in manuale appena la luce si stabilizza, spero di fare un buon lavoro, ci aggiorniamo spero presto per il video 🙂
Intanto ti auguro buone ferie! 🙂
Mauro

Mauro Emme
Mauro Emme
8 anni fa

Ciao Marco, innanzitutto complimenti per l’articolo e per TLI, era il sito che mancava! 🙂
Mi sto apprestando (stasera) a realizzare un timelapse sulla pista di un aeroporto, dalle h. 19.00 alle h. 22.30, munito di 5D II e 60D con rispettivi intervallometri ed Acuter Merlin.
All’inizio pensavo d’impostare in priorità di tempi ed auto iso con diaframma fisso ad f/4 per avere controllo diretto sul motion-blur (non vorrei scendere sotto 1/5 di secondo per non ‘strisciare’ eccessivamente gli aerei. Ora sto invece pensando di usare la classica priorità di diaframmi ed iso auto automatico, impostato con blocco max 640 (o partire già ad Iso 640 fisso) per poi bloccare l’esposizione non appena la luce della notte si stabilizza – evitando il flickering almeno dopo le h. 21.00. La pista è ben illuminata ed i tempi di scatto non dovrebbero dilatarsi eccessivamente…
Il tutto in sRaw, stavolta non voglio rischiare… Tu che ne pensi? Appena finisco spero di postare il video 🙂

Claudio
Claudio
8 anni fa

Un articolo stupendo,con dei video stupendi,ho appena incominciato ed e una cosa che mi ha sempre appassionato,ho provato fotografare dei fiori,delle belle di notte che si aprono presto,ho impostato il taimer su 30 secondi a scatto in un tempo di due ore,ma quando faccio il filmati si vedono i fiori che si aprono a scatti,dove sbagli?grazie e complimenti nuovamente.Uso una Canon 450.

Andrea
Andrea
8 anni fa

Per prima cosa complimenti per il sito e per i tutorial. Ho acquistato on line proprio ieri un intervallometro per la mia Nikon D90 e sono in trepidante attesa che arrivi per cimentarmi in questa bellissima tecnica! Volevo chiederti un paio di cosette: Pinnacle 14hd pensi possa andar bene per montare tutte le foto per creare il Time Laps? Che velocità di riproduzione è consigliabile impostare per rendere il filmato godibile e fluido? Che risoluzione bisogna impostare per fare un buon lavoro? Non credo che si possa impostare la risoluzione massima perchè per “contenere” oltre mille scatti ci vorrebbe l’hard disk della nasa!!! Grazie di tutto. Ciao

umberto
umberto
8 anni fa

spettacolare tutorial!!!
questa sera provo a riprendere il movimento della volta celeste attorno alla polare.
un caro saluto
Umberto

Tutorial, guide e risorse gratuite in italiano per i fan del time lapse | Marco Famà fotografo freelance a Torino
Tutorial, guide e risorse gratuite in italiano per i fan del time lapse | Marco Famà fotografo freelance a Torino
8 anni fa

[…] da Marco Famà in Fotografia, Internet, Tecnologia il 20 lug 2011 | Nessun commento La guida a cosa serve per realizzare un video time-lapse è in assoluto, da mesi, il post più letto di tutto il […]

Michele
Michele
9 anni fa

fatto! 😀 due secondi era perfetto!
ho stoppato il temporizzatore quando la scena lo richiedeva… tipo quando erano tutti immobili o non succedeva nulla di che…
1800 scatti… al primo montaggio mi e’ sembrato molto carino! 😀
ora devo fare qualche lavoretto in pp poi vediamo! 🙂
cmq, come primo tentativo sono molto soddisfatto! 😀
grazie!

Michele
Michele
9 anni fa

grazie! 🙂 ottimo consiglio! domani ho il matrimonio…
faro’ i conti del numero degli scatti vs tempo 🙂
vediamo cosa ne esce 😉 poi vi faro’ sapere 🙂

Michele
Michele
9 anni fa

ciao!
io vorrei utilizzare questa tecnica per un matrimonio “all’americana” (con le sedie bianche e gazebo per capirci), e metterlo in fondo riprendendo invitati e gli sposi…
leggendo il tuo tutorial parli di movimenti lenti o veloci…
io mi trovo in difficolta’ perche’ vorrei si vedessero i vari ospiti che arrivano… si siedono… e alla fine se ne vanno…
ho ragionato sui secondi in cui una persona si “muove”… avevo pensato di scattare ogni 5-8 secondi… cosa ne dici? mai provato durante un matrimonio?
grazie infinite per l’eventuale risposta! 🙂

Carlo
Carlo
9 anni fa

Ciao Marco, molto interessante la guida…sto acquisendo parecchie nozioni per poter iniziare anche io qualche montaggio time lapse…ma ho un forte dubbio per quanto riguarda l’esposizione in riprese in cui la luce cambia di continuo e in modo evidente (ad esempio tramonto ect) Io sistemo la macchina in manuale e faccio il mio scatto di prova e appena trovo l’esposizione giusta parto con l’intervallometro e lascio a scattare con tutte le impostazioni in manuale…però come cambia la luce e l’esposizione come si fa? ovviamente la foto uscirebbe totalmente sbagliata…si deve stare sulla camera e tra un intervallo e l’altro sistemare di continuo l’esposizione per raggiungere quella corretta? spero di essermi spiegato bene e che tu mi sappia aiutare! A presto 🙂

Andrea
Andrea
9 anni fa

Ottimo articolo, interessantissimo! Magari riesci a darmi una dritta che i negozianti e gli importatori di temporizzatori non riescono a darmi: quasi tutti nelle specifiche indicano che è possibile impostare il numero di scatti da 1 a 99, forse sono pochi 99 scatti … a 25 fps sono 4 secondi… se non indichi il numero di scatti vanno avanti all’infinito? Grazie!

I migliori video timelapse da cui prendere spunto e trarre ispirazione | Marco Famà fotografo freelance a Torino
I migliori video timelapse da cui prendere spunto e trarre ispirazione | Marco Famà fotografo freelance a Torino
9 anni fa

[…] da Marco Famà in Fotografia, Internet il 26 mag 2011 | Nessun commento La guida in italiano su Come realizzare un video time lapse, cosa serve e consigli è in assoluto il post più letto, commentato e condiviso sui social network di tutto il mio […]

nigga
nigga
9 anni fa

grazie lo stesso dei consigli,certo che userò altri progammi nn sara solo di foto il video ciao

nigga
nigga
9 anni fa

scusa mi sono dimenticati di dirti una cosa io ancora devo fare un video con questa tecnica,tu mi potresti dare dei consigli su cosa farlo il video.Io avevo pensati sul mare poi metterci che è classico di tutti le macchine poi sul sole,lascio tt a te se mi vuoi dare dei consigli io accetto tutto volentieri ciao

nigga
nigga
9 anni fa

scusa se ti rispondo in ritardo ma mi ero dimenticato che ti avevo scritto e vedere la risposta.io dico in certe scene tipo le nuvole il traffico mi piace veloce,o pure tipo il sole che sorge o tramonta mi gusta sia veloce che lento.come ho visto certi video fatti bene dove facevano vedere i fuochi d’artificio ma li facevano andare troppo svelti nn mi piaceva in quel cao dovevano andare lenti,io dico su certe scene del video possono andare lente certe veloci ho pure tutto veloce ma se certe scene gustano un pochino lente meglio non lasciare tutto velocissimo.sai a me piacerebbe farci un video musicale hip hop, perchè mi prende troppo bene le macchine in velocità il sole le persone che camminano.infatti su certi video hip hop l’ho vista questa tecnica-tipo in questo video http://www.youtube.com/watch?v=MuNg_WBre7I vai al minuto 58 poi dimmi se è cosi ho sbaglio su questo invece http://www.youtube.com/watch?v=4uWZ0KD1A4M&feature=player_embedded da subito è evidente ci sta spesso questa tecnica,dimmi se ho detto cazzate ho sbaglio ciao a presto a quando mi risponderai

nigga
nigga
9 anni fa

questa tecnica la cercavo da una vita ma nn sapevo come si chiamasse,poi girando per internet ho trovato il tu tutorial molto utile molto bello il video mi fa molto impazzire fatto in questo tipo di tecnica.Volevo sapere una cosa, sul HD Timelapse quando vai a montare il filmato con le foto deve essere x forza veloce come il tuo video ho può essere pure un pochino lento? grazie

Filippo Marchetti
Filippo Marchetti
9 anni fa

Come si fa a fare un timelapse in cui la fotocamera si muove nello spazio in modo lineare(quasi come se fosse una persona a riprendere)?

Io sapevo che per registrare un timelapse occorre utilizzare un cavalletto.

Debora
9 anni fa

Ciao! volevo ringraziarti per aver pubblicato questo articolo, grazie a te sto cominciando a capire di cosa si tratta.. e appena riesco a ritrovare un pezzo del mio cavalletto (chissà dove l’ho nascosto, dannazione) farò il mio primo tentativo!

Giordano
Giordano
9 anni fa

ciao, sono un collega di Reggio Emilia, volevo farti una domanda sul timelapse: se volessi fare una ripresa che da giorno diventa notte come devo esporre per far in modo che poi col buio il filmato non sia troppo scuro? Priorità di tempi oppure sempre in manuale senza correggere? Grazie

Marco (altro)
Marco (altro)
9 anni fa

Grazie, ci spero molto un un tuo aiuto!
(cancella pure questo commento)
thxxx!!!

Marco (altro)
Marco (altro)
9 anni fa

Ciao 🙂

Vorrei buttarmi anch’io sui time lapse, ma vi spiego il mio setup:
vorrei andare avanti di macchina batteria/e memory card(s) e basta. Per una settimana.

Mi hanno fatto provare una nikon500d, che ha un rudimentale ma molto funzionale intervallometro software. Due click e parte a palla.

Arduino mi sembra un intervento estremo…
Che ne dite del chdk (canon hack dev kit) ?
Me lo posso scrivere io il mio intervallometro? Parrebbe di sì.
Qualcuno che ci ha smanettato? E’ facile?

Oppure sapete se esistono Canon con intervallometro a bordo?
Ho cercato ma non ho trovato una mazza…

Grazie a tutti dei consigli (letti) e che leggerò.

Stefano
9 anni fa

Ciao Marco, ho fatto il video… purtroppo la 2° batteria mi ha mollato sul più bello, inoltre il fiore si è aperto troppo lentamente quindi penso bisognava scattare almeno ogni 45″, comunque come prima prova non è male. Il video: http://www.vimeo.com/22446993