Come va la Grande Punto 1.4 77CV a GPL? Problemi, pregi, difetti e statistiche – Parte I

Stai considerando l’acquisto di una FIAT Grande Punto a GPL, e cerchi statistiche, dati, opinioni ed informazioni realistiche che possano aiutarti nel valutarne la scelta?

Sei nel posto giusto!

Premessa

Prima che tu vada avanti, è giusto che tu sappia che:

  • Stai per leggere un pezzo scritto da uno come te.
    Uno che la Grande Punto l’ha comprata, l’ha tenuta quasi 8 anni e ci ha fatto quasi 150.000km!
  • Questa quindi non è una recensione da giornalista professionale di Al Volante o Quattroruote, piena di dati tecnici e impressioni magari scritte a caldo.
  • Sei finito in una tra le più complete analisi della Grande Punto GPL che ci sia su Internet.
    Se cerchi informazioni sulla Grande Punto su Google, il primo risultato è quasi sempre questo!
  • Potresti non essere d’accordo con me. Sono una persona forse fin troppo attenta ai dettagli: tienine conto!
  • Ho venduto la Punto a GPL nel 2015, e ho comprato una Volkswagen Golf TGI 1.4 Turbo 110CV a Metano, che ho recensito mettendoci la stessa attenzione e passione che ho dedicato a questa sulla Grande Punto.

Cominciamo subito allora!

FIAT Grande Punto GPL: Recensione

Un lavoro minuzioso, tanta pazienza, 3 lunghi anni..

In 3 anni e migliaia di chilometri percorsi sono riuscito a raccogliere molti dati in maniera minuziosa e metodica ad ogni rifornimento.

Scopo di questo articolo è quindi condividere con voi la mia esperienza diretta con un’auto a GPL, trattando in maniera dettagliata gli aspetti positivi e quelli negativi, per cercare di arrivare ad una conclusione: conviene oppure no avere oggi un’automobile a GPL?

Ed ancora:

  • Dopo quanto tempo si ammortizza la differenza di denaro in più pagata per sostenere l’installazione dell’impianto?
  • Quanto si risparmia effettivamente rispetto alla benzina?
  • Quanto è veritiero il consumo indicato dal computer di bordo (riferito chiaramente all’alimentazione a benzina) rispetto ai consumi reali a GPL?
  • Di quanto ci si distacca rispetto ai valori dichiarati dalle case e/o dalle riviste specializzate?

Questo e molto altro in questo post, sperando di fare una cosa utile e soprattutto di stimolare una discussione con chi possiede un veicolo a GPL e vuole  raccontare la propria esperienza!

Di quale motore stiamo parlando? Quanti km all’anno ci faccio?

Tutte le informazioni contenute in questo articolo si riferiscono a una FIAT Grande Punto 1.4 8 valvole da 77 CV con allestimento Dynamic – non EVO.

Percorro mediamente 20.000km all’anno, fatti per il 30% circa in città, 50% su strade extraurbane e per il restante 20% in autostrada.

La mia adorata Grande Punto, pochi giorni prima di ritirare la nuova VW Golf a metano..

Come va la Grande Punto 1.4 77cv a benzina?

Mai generalizzare, si dice: niente di più vero.

Quando stavo per acquistare la Grande Punto ricevevo ogni genere di commento, specialmente (e direi, tristemente) sul fatto che “le FIAT dessero un sacco di problemi”.

Beh, dopo circa tre anni e 61.000km percorsi posso garantirvi che, prestazioni ridicole del motore 1.4 8 valvole a parte dovute sicuramente alla pesantezza del veicolo e dei pochi cavalli a disposizione, la Grande Punto è davvero un’ottima macchina.

Mai nessun problema, se non la batteria trovata morta una mattina di 2 anni fa, e volante in pelle sostituito in garanzia perché dopo neanche un anno si è “screpolato” da solo.

Un problema congenito di quella serie, pare.

AGGIORNAMENTO 2017

Alla fine ho venduto, dopo quasi 8 anni e 150.000km, la mia FIAT Grande Punto e sono passato a Volkswagen Golf 7 TGI a metano.

I costi al chilometro sono – paradossalmente – più bassi sulla Golf che sulla Grande Punto, vuoi perché ho molti più cavalli e giro a regimi motore ben più bassi, o vuoi per la presenza della 6a marcia.

Qualche problemino dopo i 60.000km (anzi dopo gli 80.000km se ben ricordo) la Grande Punto me l’ha dato:

  • Sostituzione devio luci
  • Blocco totale dello sterzo in curva dopo che mi segnalava la spia “Anomalia dello Sterzo” per qualche mese, e conseguente sostituzione della scatola guida
  • Problemini agli iniettori GPL

Diciamo che gli ultimi due anni non sono stati poi così felici, ecco 🙂

Ora vedremo come va la mia nuova Golf..

Quanto consuma la Grande Punto 1.4 77cv a GPL?

Percorrendo un tragitto soltanto in autostrada, e cercando di tenere una velocità media di crociera di 120km/h, ho registrato consumi di GPL tra i 10,5 km/l e i 12 km/l.

Su un percorso di sole strade statali, quindi con una velocità variabile tra i 60 e i 90km/h, ho registrato consumi variabili tra gli 11,5 e i 12,80km/l.

Non percorro quasi mai 350/400km del pieno solo in città. Ad ogni modo, per un pieno di GPL quasi totalmente consumato tra città e tangenziale di Torino, il consumo di gas registrato varia tra i 10 e gli 11km/l.

Picchi nei consumi

In assoluto, il consumo più alto mai registrato è stato di 9,13km/l (in inverno, probabilmente tenendo l’acceleratore più premuto del solito..).

Quello più basso in assoluto l’ho registrato ad agosto del 2008 in Liguria percorrendo sempre e solo l’Aurelia per un pieno intero, senza mai schiacciare a fondo il pedale dell’acceleratore: 14 km/l.

A voi le conclusioni..

Quanto è affidabile il computer di bordo della FIAT Grande Punto?

Il computer di bordo, si sa, tende a sottostimare l’effettivo consumo di carburante. Se però si tiene in considerazione il maggior consumo al chilometro dovuto all’inferiore potere calorifico del GPL, questa differenza si fa ancora più grande.

Ho raccolto quindi per qualche mese, oltre ai dati di cui parlavo prima, anche il valore di consumo medio indicato dal computer di bordo, e queste sono le mie conclusioni:

Il computer di bordo dichiara consumi medi inferiori del 19,12% nel caso migliore, e di ben 30,57% nel caso peggiore!

Ci tengo a ricordare che, comunque, il computer di bordo stima un consumo medio del veicolo stesso alimentato a benzina, e non a gas. I valori nel grafico qui sotto indicano il consumo di n litri ogni 100km:

Quanto costa convertire un veicolo a GPL? E con la garanzia, che si fa?

Senza dubbio la cosa migliore secondo me, oggi, è acquistare l’auto uscita già a GPL dalla casa. La garanzia non viene in alcun modo alterata da un intervento fatto da un’azienda di terze parti, e si ha un solo punto di riferimento in caso di problemi: il proprio concessionario.

Io ho acquistato l’auto alla SPAZIO di Via Ala di Stura a Torino nel giugno del 2008, e ho commissionato loro l’installazione di un impianto a GPL Landi Renzo così da poterla ritirare già a gas e soprattutto potermi riferire direttamente ad un’unica azienda in caso di problemi.

Il costo totale dell’operazione, al netto degli incentivi statali, è stato per me di 2100€.

Piuttosto costoso, vero?

Vantaggi dell’impianto a GPL

Ammortamento: risparmio sul bollo

Il costo iniziale dell’installazione è stato davvero alto. E’ anche vero che grazie agli incentivi Regione Piemonte, per cinque anni dall’installazione non avrei pagato il bollo, con un risparmio netto di circa 120€/anno = 600€.

Risparmio sul costo del carburante

Il vantaggio principale è chiaramente quello di poter risparmiare decine di centesimi di euro per ogni litro di carburante.

In questo momento la benzina costa 1,48€ / litro, il GPL “solo” 0,799€. Dico “solo” poiché negli ultimi due anni si è assistito ad un aumento  costante del costo apparentemente non così giustificabile, se comparato all’aumento del costo della benzina.

Ma di questo parlerò più avanti, aiutandomi con dei grafici estratti dagli  stessi dati raccolti nel tempo.

Perché in meno di tre anni il costo del GPL è salito del 18% a parità del costo della benzina?

Solo per darvi un’idea di massima, a fine maggio 2008 pagavo il GPL solo 0.678€/l mentre la benzina costava più di oggi (1,51€/l).

AGGIORNAMENTO 2017
Oggi 16 Gennaio 2017, la benzina costa sempre circa € 1,49 / litro mentre il GPL qui a Torino sta sui € 0,55. Tutti i calcoli qui discussi andrebbero rivisti un attimo, e il risparmio senza dubbio maggiore – qualora la situazione restasse questa.

Non sono un laureato in economia né un analista finanziario, ma senza saper né leggere né scrivere, il GPL costa quindi oggi il 18% in più rispetto a due anni e mezzo fa, a parità del prezzo della benzina.

Sì d’accordo, la domanda di GPL è aumentata in maniera vertiginosa.. ma davvero così tanto da giustificarne un costo del 18% superiore?

Sempre più larga diffusione di distributori di GPL

L’aumentare della domanda ha chiaramente fatto sì che molti distributori, sia nelle città che fuori (sia sulle statali che sulle autostrade) si dotassero di pompe per il rifornimento GPL.

Questo è chiaramente un vantaggio enorme, non tanto per il risparmio sul prezzo del carburante – inesistente (parlo per Torino, dove pare si siano tutti messi d’accordo..) – quanto piuttosto per la “diminuzione dell’ansia” legata alla possibilità di restare a secco. Anche in autostrada – perlomeno in tutto il Nord Italia – è praticamente impossibile restare a secco, data un’autonomia media di 320/370km con un pieno di gas.

Rispetto per l’ambiente: minori emissioni inquinanti

Non sono un esperto, quindi riporto quello che ho trovato con relativa fonte:

… A vincere la sfida ambientale, tra i due carburanti, è senz’altro il Gpl, con una percentuale di ossidi di azoto immessa nell’aria inferiore del 99% rispetto al gasolio. Così pure per la quantità di Pm10 (-98%), risultato raggiunto finora soltanto dai motori diesel di ultima generazione dotati di filtri Fap introdotti da PSA (Peugeot e Citroen) e successivamente da altre marche. Performance positive, il Gpl le registra anche nei confronti della benzina, rispetto alla quale sono assenti il benzene e gli idrocarburi policiclici aromatici, mentre gli ossidi di azoto sono inferiori del 68%. Basse sono anche le percentuali di zolfo, come quelle di ossido di carbonio che si riducono del 20%. Risultano superflui, infine, gli additivi chimici aggiunti al carburante per migliorarne le prestazione
da: infomotori.com

Maggiore durata nel tempo del motore

Così si dice del GPL, ma non posso assicurarvelo!

Parte II – Svantaggi Impianto GPL

Termina qui la prima parte dell’articolo.
Nella seconda parte potrete leggere:

  • Gli svantaggi di cui tenere conto quando si compra un’auto a GPL
  • Un’analisi dell’andamento del costo del GPL negli anni

.. e molto altro! 🙂 Prosegui nella lettura!

Condividi questo articolo!

Se hai trovato di tuo interesse questo articolo, il miglior grazie che potrai farmi è consigliarlo sui social network ai tuoi amici! Utilizza i bottoni qui sotto per farlo, e magari lasciami un commento!

Grazie mille e alla prossima!

Commenti

marcofama

Condividi questo con un amico