La mia Storia

Nessuna fredda competenza qui, solo.. me!

Aspetta, forse sei nel posto sbagliato?

Non è qui dove potrai leggere cosa so fare, quante lingue parlo, i linguaggi di programmazione che conosco e quali sono le mie specializzazioni nel digital marketing.

Qui ci troverai solo una lista di frasi e fotografie alla rinfusa, qualcosa di più personale riguardo a chi c’è dietro questo sito. 🙂

Amico mio, grazie per esser passato di qua. Sei benvenuto!

Rocca di Gibilterra, 2011: Io e la mia scimmia – Credits: Serena

Ciao, sono Marco!

Immagino che tu sappia già che mi chiamo Marco, che sono un papà fortunato, marito di Serena e che adoro la mia vita.

Se sei qui, è perché vuoi sapere qualcosa in più su di me quindi proverò ad accontentarti. 🙂

I miei dicono che sin da bambino tormentavo chiunque chiedendo sempre il “Perché?” di ogni cosa.

Non ho ancora smesso.

C’è sempre da imparare, e prendo il buono da ogni persona che incontro senza alcuna distinzione di età, credo, visione ed esperienza.

Abbiamo tutti qualcosa da dire. Io resto ad ascoltare.

Amsterdam, 2013: Io in giro per canali – Courtesy of: Carlo

Viaggi ed Esperienze

Fare la stessa cosa per troppo a lungo finiva per stufarmi, sin da piccolissimo.

Da sempre scostante e alla ricerca di qualcuno da cui prendere ispirazione, o qualcosa di più divertente, più interessante, più stimolante, da fare.

Purtroppo, sono ancora così: nella vita, nel lavoro.

Shanghai, 2006: Sudatissimo a 40° con umidità del 96%, sul Bund – Credits: Passante cinese gentile

Non sono mai stato una cima nello sport, e ne ho provate tante:

  • Nuoto
  • Pallavolo
  • Karate
  • Equitazione
  • Calcio
  • Palestra
  • Mountain Bike

Niente da fare! Quando uno è negato.. 🙂
(Beh almeno sulla bike mi piace ancora stare!)

Parigi, 2016: Toccata e fuga in giornata nella capitale francese. – Credits: Katie

Ho sperimentato anche qualche attività artistico-creativa:

  • Pianoforte
  • Disegno
  • Fotografia

Non sono mai diventato né un musicista, né sono un artista. 🙂

Abu Dhabi, 2015: Giro sulla Dhow Cruise – Credits: Serena

Amo però le lingue straniere, da sempre.

Parlo e scrivo piuttosto bene in inglese. Ho provato anche col tedesco e col russo, ma non sono mai andato fino in fondo. 🙂

Credo da sempre nel potere della comunicazione, e nel riuscire a farsi capire dagli altri, in ogni posto e in ogni momento.

Voglio ascoltare ciò che le persone hanno da dire, siano esse italiane o cittadine del mondo.

Huangshan (Tangkou, Cina) 2006: Trekking solitario per le montagne di Kung Fu Panda – Credits: Turista cinese gentile

Amo dal sempre il viaggio, la scoperta, e non nascondo di aver fatto carte false pur di spostarmi il più possibile e scoprire nuovi posti al minor costo.

Copenhagen, 2005: Interrail con zaino in spalla per la DK – Credits: Angelo

Nerd? Geek? Insomma, pazzo per le tecnologie

A poco più di 14 anni – hey, parliamo del 1996, avete presente vero? – avevo già un sito web sotto falso nome: Le Papere dei Professori.

Piccolo tecno-bulletto bastardo. 😬

A 16 anni “riparavo i computer” di amici e parenti, finanziando le prime uscite e mettendo da parte il necessario per comprare finalmente il tanto desiderato Motorola StarTac 130.

Tenerife, 2010: Pico del Teide – Credits: Serena

A 18 anni ho iniziato a “riparare i computer” e a gestire la rete interna di una piccola società di persone: ero ufficialmente un “tecnico informatico”, a chiamata.

A 19 anni avevo già fatto tra le altre cose anche:

  • l’inventario di Capodanno in un supermercato
  • lo strillone per La Stampa la domenica mattina
  • l’animatore di Scambi internazionali all’estero
    (ecco.. quando dico che ho fatto di tutto per viaggiare a costo quasi zero, o magari pure facendomi pagare..)

Bangkok, 2012: Grande Palazzo Reale – Credits: Serena

A 20 anni ero il “sistemista” di un’azienda di 30 persone, sempre a chiamata. Nel frattempo davo qualche esame al Dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Torino.

Sempre a 20 anni avevo deciso di fare volontariato in un’associazione studentesca che promuoveva l’interazione culturale in Europa.

Sono sempre stato parte attiva del team, e aiutavo durante gli eventi, per il puro piacere di farlo. Scoperto poi però che i membri del direttivo beneficiavano di trasferte rimborsate, beh.. secondo te che cosa ho iniziato a fare? 🙂

E per darti un’idea, grazie proprio a questa scelta ho scoperto anche Ohrid e Skopje, in Macedonia! 😀

Monte Carlo, 2016: Casinò, e belle auto – Credits: Fabio

A 21 anni lavoravo anche due pomeriggi alla settimana in un laboratorio tecnico di riparazione notebook e cellulari.

Göteborg, 2009: Allo stadio, lavorando per gli Europei UEFA Under 21 di Svezia – Courtesy of: Marco Prina

A 23 anni ho iniziato a collaborare con una grande azienda che forniva servizi per lo sport a clienti del calibro di FIFA, UEFA e IAAF.

In breve?

  • Ero sempre in volo
  • Visitavo città che mai avevo nemmeno pensato di vedere nella vita
  • Mangiavo in ristoranti lussuosi
  • Dormivo in hotel nettamente al di sopra della mia portata.

Ah dimenticavo: mi pagavano pure! 🙂

Jin Shan Ling, Grande Muraglia Cinese, 2006: 1 settimana in giro da solo per la Cina dopo aver lavorato 3 settimane per i Mondiali di Atletica di Beijing 2006

A 24 anni ho fondato con un amico la mia prima società: daccapo studios.

Ufficialmente, ci si occupava di webdesign, immagine coordinata aziendale a 360° e sviluppo software.

In realtà, ci si divertiva davvero un casino – mentre il mondo là fuori precipitava in una crisi che ancora oggi a distanza di quasi 10 anni, continua a mietere vittime.

Parigi, 2016: Zingarata è fare una trasferta in giornata per una site visit in Microsoft. Sveglia alle 4am, rientro alle 11pm. 2 voli, auto, metro, treno e taxi. – Credits: Katie

A 26 anni, dopo aver perso tutto ciò che avevo guadagnato e messo da parte negli anni, l’ho chiusa.

Ah, nel frattempo mi sono anche laureato.

Fujairah, 2015: Deserto in 4×4 – Credits: Serena

A 29 anni ho sposato Serena, e a 33 ho avuto da lei in dono il più bel regalo che la vita possa avermi fatto.

Si chiama Arya, e sono pazzo di lei. ❤️

Ma.. davvero?!

Mi stai dicendo che sei arrivato a leggere sul serio fin qui?! Ti ringrazio per il tuo tempo, allora!

In realtà? Mi ha fatto proprio piacere.. in qualche modo ti ho incuriosito.

🙂

Se hai piacere di salutarmi, mandarmi un abbraccio o anche a quel paese.. beh, ora sei libero di farlo!

Comunque vada, ti ascolto!


Photo Credits: Dubai, 2015: Marina Dhow Cruise – Serena

Condividi questo con un amico